Halloween 2018… Alla scoperta della Napoli Esoterica!

Vogliamo consigliarti un soggiorno alternativo per un Halloween all’insegna della Napoli “oscura ed esoterica”.

Ancora oggi, in Italia, sono molte le città il cui nome è accompagnato da una certa misticità sviluppata nei secoli Bologna, Torino, Genova e la stessa città di Napoli ne sono l’esempio lampante.

Napoli nasconde dietro le sue molte bellezze artistiche e architettoniche segni mistici ed occulti accompagnati dalle molteplici leggende, storie di fantasmi, gnomi, illustri personaggi e enigmatiche figure storiche. Tutti celati tra le colonne, i merletti e gli affreschi degli antichi palazzi settecenteschi del centro storico.

Numerosi sono i luoghi rinomati per i loro simboli esoterici. Dai simboli che si possono osservare sull’Obelisco di Piazza del Gesù Nuovo, alla Chiesa delle Anime Del Purgatorio ad Arco, che si trova in Via Dei Tribunali. Tesoro artistico e culturale del XVII secolo è conosciuta per il culto delle “anime pezzentelle”, ovvero le anime che circolano per il purgatorio alla ricerca della pace eterna.

In passato, infatti, era molto diffusa l’abitudine di adottare un’anima “pezzentella” anche attraverso la materiale cura delle sue ossa con lo scopo di aiutarle con le proprie preghiere durante  trapasso nell’aldilà e così d’assicurarsi la loro influenza positiva e la loro protezione benevola.
Tra le “anime pezzentelle”, la più famosa  è sicuramente quella di Lucia il cui teschio è stato nel corso degli  anni conservato con ancora il velo da sposa essendo la giovane morta in prossimità del matrimonio o, secondo un’altra versione, subito dopo, in un naufragio o, secondo altri, per essere stata, la poverina, travolta da un’onda mentre attendeva sulla scogliera il ritorno del marito. La sua capuzzella viene continuamente omaggiata di fiori, lumini e suppliche scritte.

Non di minore importanza sono le simbologie esoteriche nel “Il Cimitero Delle Fontanelle Del Rione Sanità”, antica cava di tufo dove sono visibili i numerosi scheletri delle vittime della peste che colpi il paese nel 1600 diminuendo drasticamente il numero degli abitanti.

Come non poter parlare di Napoli sotterranea. Il famoso Sottosuolo napoletano ricco di cunicoli nati in seguito all’estrazione di tufo per la costruzione della città. Durante i secoli ha avuto diverse funzioni da acquedotto a rifugio per i cittadini durante le guerre.

La leggenda narra la presenza del “munaciello” ovvero un piccolo spirito dall’animo dispettoso ma non malvagio che si spostava da casa a casa tramite i cunicoli della cisterna, prendendo di “mira” soprattutto le padrone di casa.

Altra tappa immancabile è la Cappella di San Severo, nella quale è possibile osservare l’attrazione più famosa della città ma anche la più mistica, cioè “Il Cristo Velato”

Nella cavae della cappella si trova forse il luogo più occulto ed esoterico, il laboratorio alchemico del misterioso Principe Raimondo di Sangro con le sue macchine anatomiche visibili ai visitatori della cappella.

La visita di certo non si conclude qui ma continua per le numerose viuzze di Napoli dove, leggenda vuole sia possibile sentire tra i vari spifferi le grida dei cittadini scomparsi, senza tralasciar Palazzo Petrucci, Via dei Tribunali, la Piazza San Domenico Maggiore e Piazza Dante, ognuno con la sua storia che si divide tra sacro, profano e bellezza artistica.

Vieni a vivere un Halloween fuori dal comune, prenota il tuo soggiorno in una delle nostre camere vista mare e richiedi maggiori dettagli sul tour di Napoli.

> VERIFICA LA DISPONIBILITÀ <