Il Limoncello, “oro giallo” della Costa di Sorrento

La città di Sorrento è rinomata da sempre in tutto il mondo come la terra delle sirene, un paese che grazie alle meravigliose vedute dalle terrazze a strapiombo sul mare negli anni ha richiamato l’attenzione di numerosi filosofi e letterari che dagli incantati paesaggi mozzafiato traevano ispirazione per le loro opere ma è anche la terra natale del prezioso  e pregiato “nettare giallo”, il Limoncello.

Grazie al clima prettamente mediterraneo delle due magnifiche costiere di Sorrento e Amalfi, le terre di Sorrento sono ideali per la coltivazione del  particolare e pregiato limone usato per la preparazione del limoncello ricavato tramite l’estrazione della buccia. Comunemente denominato come  “femminello comune ovale di Sorrento” esso è stato riconosciuto col marchio “IGP”, Indicazione Geografica Protetta che designa tutti i limoni che vengono prodotti nell’area sorrentina.

Il limoncello nasce dalla miscela speciale di vari ingredienti. Buccia di limone, acqua, alcool e zucchero. La buccia gialla e rugosa di questi particolari limoni è ricca di numerosi oli essenziali che conferiscono un aroma speciale e nutriente molto deciso. Sono questi gli ingredienti base per il vero limoncello sorrentino ormai diventato uno dei prodotti più gettonati del territorio che ne ha sempre legittimato l’ esclusiva.

Negli anni la paternità del Limoncello è stata contesa più volte tra i cittadini Amalfitani, Sorrentini e Capresi e sulla sua origine sono molteplici gli aneddoti e le leggende cittadine tramandate da generazione a generazione.

Si narra che in passato il limoncello venisse prodotto già all’epoca dei Saraceni, dai pescatori sorrentini abitanti del colorato e vivace borgo di Marina come bevanda artigianale per riscaldare il corpo dal freddo invernale.

L’ unica notizia storica documentata ufficialmente l’ origine del limoncello ha come protagonista  la ristoratrice caprese Maria Antonia Farace che produceva il liquore di limoni da offrire ai suoi clienti come digestivo alla fine dei pasti. Successivamente negli anni  il figlio, Massimo Canale, inventò il marchio “Limoncello” avviando sul mercato  una piccola produzione artigianale.

Nulla di meglio da gustare sul terrazzo di una delle nostre romantiche camere a Laqua Charme & Boutique inebriati dal profumo degli agrumeti delle terre sorrentine e cullati dal rumore delle onde del mare che si infrangono sugli scogli della baia di Meta.